Chiang Rai

chiang raiChiang Rai, oltre che una città, è anche la provincia più a nord della Thailandia e, per molti aspetti, una delle più straordinariamente belle. Il suo paesaggio infatti varia dalle spettacolari montagne alle pianure lungo il Mekong. Ai confini con il Myanmar e il Laos, è anche la regione che presenta la più ampia varietà di etnie tai. Questa provincia, proprio per la sua infinita bellezza, è una delle più ricche dal punto di vista dell'offerta turistica. A partire proprio dalla deliziosa, piccola città di Chiang Rai, che merita assolutamente una visita, oltre ad essere una perfetta base di partenza per scoprire alcune delle zone più affascinanti e impervie di tutta la Thailandia. Come molte altre località thailandesi anche Chiang Rai ha, tra le attrattive più suggestive i templi. Il più importante, anche perché è il più venerato della città, è il Wat Phra Kaew tempio che, secondo una leggenda, venne colpito da un fulmine nella prima metà del 1400; fulmine che causò un'apertura da cui si manifestò il Buddha di Smeraldo che ora è conservato nel tempio di Bangkok che prende il suo nome.

Di notevole interesse anche il Wat Jet Yot con un soffitto ligneo arricchito da un bellissimo affresco a carattere astrologico. Il Wat Phra That Doi Chom Thong, a parte la suggestiva ubicazione su una collina, pare sia stato il tempio in cui il re Mengrai, decise che quello sarebbe stato il luogo in cui avrebbe fondato la città.

La città offre anche la possibilità di visitare due musei: l'Oub Kham Museum in cui è possibile ammirare oggetti bellissimi dell'artigianato del regno di Lanna; e il Hilltribe Museum & Education Center. Questo museo, gestito da un'associazione no profit, consente di raccogliere ricchissime informazioni sui diversi gruppi etnici thailandesi e le loro tradizioni. Per questo molti viaggiatori lo visitano prima di intraprendere i trekking per raggiungere i villaggi di montagna. La visita al museo rappresenta davvero una fonte preziosa sulle tradizioni e la cultura thailandese oltre ad essere l'occasione per scoprire quali e quanti progetti umanitari sono gestite dalla stessa associazione che cura il museo.

Il trekking è sicuramente l'attività maggiormente praticata in questa zona. Quasi tutti gli alberghi e le guesthouse li organizzano. Il consiglio che diamo è quello di rivolgervi ad una guida autorizzata dal TAT, cioè dall'Ente Turistico Thailandese, per due motivi: il primo è che sarete sicuri della qualità del vostro trakking; il secondo è perché una guida qualificata sarà anche in grado di dirvi come comportarvi con le popolazioni dei villaggi di montagna. Si tratta infatti di persone che, sebbene abbiano aumentato i contatti esterni, mantengono comunque molto ben salde alcune caratteristiche e tradizioni, soprattutto a livello di comportamenti. È meglio quindi conoscere bene i loro usi per relazionarsi a loro nel modo più rispettoso possibile. Segnaliamo alcune delle agenzie più serie che organizzano trekking responsabili e di carattere culturale. Inoltre utilizzano i proventi per finanziare le attività delle comunità locali. L'Akha Hill House akhahill.com organizza trekking anche di una settimana che, oltre a escursioni in fiume, vi condurranno a quasi 1600 metri di quota. Il Natural Focus naturalfocus-cbt.com offre bellissime e lunghe escursioni per immergervi totalmente nella vita quotidiana delle tribù di montagna.

Questa deliziosa città offre strutture recettivi a prezzi decisamente interessanti che rendono un soggiorno qui davvero memorabile. Tra le strutture a prezzo più basso merita la Baan Bua Guest House baanbuaguesthouse.com, circondata da un graziosissimo giardino e con una guida decisamente esperta che organizza escursioni. Tra i migliori per il rapporto qualità prezzo il Jansom House con camere spaziose, pulitissime e che si affacciano su un cortile stracolmo di piante. A prezzi più elevati ma davvero bellissimo il Legend of Chiang Rai thelegend-chianrai.com. Posto sulle sponde del fiume ha camere con salotti all'aperto; mentre le villette hanno addirittura una piscina privata. Questa raffinatissimo resort ha anche una sua spa.

Per quanto riguarda il cibo non mancano certo i posti in cui assaggiare una cucina degna di nota. Uno dei più tipici è il semplicissimo Somkhuan Khao Soi che è, praticamente, una bancarella che cucina e vende il miglior Kow Soy (noodles e curry) di tutta la città. Molto frequentato dai turisti thailandesi, e per questo garanzia di autenticità della cucina, il Phu Lae con i suoi meravigliosi piatti tipici della Thailandia del nord. Da non perdere il Loong It, poco più di una baracca in cui però avrete la possibilità di mangiare davvero come la gente del posto; provatelo e non vi pentirete.

Una delle caratteristiche di Chiang Rai è il caffè, che qui rappresenta una vera e propria cultura. Moltissime delle migliori miscele di tutto il paese vengono coltivate proprio in questa provincia. Vi sono locali in cui è possibile assaggiare le più diverse specialità. Uno dei migliori locali in cui sorseggiare le più diverse e sopraffine miscele è il Wawee Coffee che prende il nome da una delle più famose miscele di caffè locale.

In questa piccola e graziosa cittadina potrete anche acquistare oggetti di artigianato di pregevole fattura. All'interno del mercato c'è il mz collection, negozio che vende gioielli in argento e fatti a mano in pezzi unici. Da non perdere il Kaat Jiang Hai Ramleuk un mercato di prodotti artigianali autentici e di cucina locale.





Scrivici se hai domande o richieste sulla Thailandia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento