Città Thailandesi

chiang maiLa popolazione thailandese ha un'urbanizzazione piuttosto bassa, attorno al 33% del totale. Un viaggio in Thailandia, di solito, non comprende le città, a parte Bangkok a cui abbiamo dedicato ampio spazio e che merita assolutamente una visita di qualche giorno. Ma da vedere c'è anche Chiang Mai, con la sua atmosfera rilassata a metà strada tra la città e il borgo di campagna. Una città dall'atmosfera quasi mistica se pensiamo che nel suo territorio è possibile trovare più di trecento templi, molti all'interno del delizioso quartiere cinto da mura. Una città molto diversa da Bangkok in cui è possibile avere la sensazione di essere più vicini alla cultura thailandese.

La maggior parte dei viaggiatori preferisce di gran lunga la città vecchia anche per l'estrema facilità con cui la si gira sia a piedi sia in bicicletta e per il suo quartiere storico con i sui stretti marciapiedi. Come dicevamo, sono i bellissimi templi a costituire la maggiore attrattiva della città tra cui il Wat Phra Singh e la statua del Buddha Leone che è la più venerata della città e il Wat Phan Tao è famoso per i suoi meravigliosi mosaici e interni in teak.

il budda di wat phra singhCome tutte le città del sud est asiatico anche Chiang Mai regala mercati e mercatini che meritano assolutamente una visita, lenta e senza meta. Tra i più importanti e autentici, con la sua confusione e, a tratti, con il suo aspetto fatiscente, il Talat Warorot, collocato lungo il fiume e testimonianza reale del passato mercantile della città. Non lontano il Talat Tonlamay, il più grande mercato di fiori. Più a sud troviamo il mercato Talat San Pakoy che da un'idea abbastanza poco turistica (e per questo importante) di cosa sia un mercato thailandese. Molti mercati sono collocati lungo le sponde del fiume Mae Ping, corso d'acqua dall'immensa importanza storica per la città. Decisamente turistico il Chiang Mai Night Safari un parco che si attraversa a bordo di autobus e che comprende alcuni itinerari come il Jaguar Trail.

L'atmosfera carica di spiritualità della città, di cui parlavamo all'inizio, ne ha fatto anche un luogo con una ricca offerta di centri in cu praticare yoga, tra cui il Yoga Studio yoga-chiangmai.com e il Chiang Mai Yoga Sala cmyogasala.com. Molto accreditate e importanti sono le scuole di massaggio presenti in città, alcune sono accreditate a livello nazionale per la loro professionalità e serietà. Tra queste c'è sicuramente la Lek Chaiya una delle poche in cui viene praticato e insegnato il famoso "tocco del nervo" una delle più tipiche e antiche tecniche di massaggio thailandese. Questa città potrebbe sorprendere per tutte le cose che potete fare. Vi assicuriamo che, senza accorgervene, potreste passare qui più di qualche giorno.

hat yaiUn'altra città importante della Thailandia è Hat Yai, nella penisola malese. Forse il centro più vivace della provincia di Songkhla. È tra le più grandi città dell'entroterra thailandese anche se non offre particolari motivi di interesse. È il paradiso dei centri commerciali e degli uomini malesi che qui, nei fine settimana, vengono a cercare compagnia. Decisamente più interessante la non lontana Songkhla, definita anche "la magnifica città sui due fiumi". Una città in cui è possibile trovare la tipica atmosfera dell'estremo sud thailandese. La città è divisa nettamente in due ma da vedere assolutamente è l'incantevole parte vecchia.

Un viaggiatore superficiale potrebbe essere portato ad evitare del tutto Nakhon Ratchasima. In effetti ad uno sguardo fugace appare solo come una gran confusione che nasconde la bellezza dell'antica Khorat. Ma se vi spostate all'interno della parte orientale dell'antico fossatto, potrete trovare ancora angoli sorprendenti e tranquilli, molto fieri della loro identità regionale. È una città che, sebbene usata solo come punto di partenza per raggiungere il parco di Khao Yai, offre, per esempio, la scelta più ricca e tipica della gastronomia della regione.

chiang maiE, per concludere questa rapida carrellata sulle città della Thailandia, non può mancare Ayuthaya. Antica capitale del regno di Siam, fu a lungo considerata la città più bella della Thailandia.

Fu poi distrutta da un esercito invasore e perse il suo potere. Oggi, grazie ad alcune importanti opere di restauro, è possibile farsi un'idea abbastanza veritiera di cosa dovesse essere in passato questo tesoro. Pur essendo vicina a Bangkok è rimasta, per ora, abbastanza immune da un forte afflusso turistico.

Nonostante le vicissitudini, la sua importanza storica unica ha indotto l'Unesco a dichiararla, nel 1991, Patrimonio dell'Umanità.